.
Annunci online

giuseppesomma
Pensieri di un Giovane Democratico (di Sinistra) Scafatese !
Link

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte


BubbleShare: Share photos - Powered by BubbleShare
PePps













Nato a Scafati. Vive a Scafati.
Laureando in Giurisprudenza all'università
Federico II di Napoli.
Due Passioni: Politica da un lato;
Animazione e Teatro dall'altro;
Eletto Rappresentante degli Studenti del
Liceo Scientifico di Scafati
ha " militato" nell'UDS ( Unione Degli Studenti)
ed in seguito tesserato Sinistra Giovanile dal 1999.
Impegnato nel sociale, in passato con lo scoutismo,
attualmente con associazionismo laico.
Impegnato per anni con diversi tour-operator,
collabora nel settore del turismo,
animazione,sport&spettacolo.
Attualmente impegnato in Teatro con compagnie
ed associazioni senza scopo di lucro.



Antifascismo

«Quest’anno ricorre il  settantesimo
  delle leggi razziali emanate
  dal regime fascista,
  che di fatto prepararono
  l’Olocausto anche in Italia.
  Ricordare gli atti di barbarie
  del nostro passato è  necessario
  per impedire nuove barbarie.
  Non abbiamo dimenticato e
  non dimenticheremo mai la Shoah.
  Non dimentichiamo gli orrori  dell’antisemitismo,
  che è ancora presente e va contrastato
  qualunque forma assuma»

(Giorgio Napolitano, 24-01-2008)


Antimafia



" La mafia non è affatto invincibile.
E' un fatto umano, e come tutti i fatti
umani ha avuto un inizio e avrà anche
una fine.
Piuttosto bisogna rendersi conto
che è un fenomeno
terribilmente serio,
molto grave,
e che si può vincere
non pretendendo l'eroismo
dai nervi cittadini, ma impegnando
in questa battaglia tutte le forze
migliori delle istituzioni.."

Giovanni Falcone


Per uno Stato Laico


Laicità e Civismo 



Primarie SEMPRE!
POLITICA
.. e scusate per lo sfogo !
4 febbraio 2009
Ero in treno, un Eurostar Alta Velocità, direzione Milano Centrale.
Mi sarei fermato di lì a poche ore nella bella e fredda Bologna.
Leggevo su Repubblica dell'ennesimo episodio di violenza a sfondo razzista ai danni di un indiano, picchiato barbaramente e poi bruciato vivo.
Incredulo, in un misto tra rabbia e rassegnazione, pensavo a quanto può essere feroce l'uomo, a quanto può arrivare la sua crudeltà, la sua imbecillità.
Con "Non al denaro, non all'amore nè al cielo" che faceva da colonna sonora al mio viaggio, osservavo le ampie distese verdi di una toscana straordinariamente bagnata.

Poi, improvvisamente, le urla di una giovane donna napoletana.
Chiedeva giustizia, denunciava il furto di un bagaglio che era lì accanto a lei qualche minuto prima, poi improvvisamente scomparso.
Diceva di essere sicura, sapeva chi fosse il "ladro" : "un uomo di colore", urlava disperata.
"C'era un uomo di colore accanto a quel ragazzo", indicandomi con il dito, "ora non c'è più, è scappato con la mia valigia", ululava nel suo incomprensibile gergo, straziata e rabbiosa, nel volto del capo-treno.
Ho immediatamente capito che si riferiva a quell'uomo distinto che, qualche attimo prima del disgustoso teatrino, accortosi di aver sbagliato carrozza e di aver occupato un posto forse prenotato da altri, si stava allontanando in cerca del suo sedile.
Una persona per bene, accusata di furto pubblicamente, gratuitamente, solo per il colore della sua pelle.

La rabbia che ho provato, non son sicuro di riuscirla a spiegare.
Attimi imbarazzanti, secondi interminabili, fatti di insulti, sguardi indifferenti, scuse insensate.
La buona educazione mi ha portato semplicemente e gentilmente a chiedere alla sbadata "signora" di non rivolgermi più la parola per il resto del viaggio. Per alcun motivo.
Quel maledettissimo bagaglio era sempre stato sotto il suo fottutissimo sedile.
Quel pover'uomo, intanto ritornato dalle nostre parti insospettito dalle urla,  mi saluta nuovamente ed in lacrime va in cerca del suo prenotato posto.
Alzo il volume dell'i-pod nervosamente e il viaggio continua, così come gli episodi di sfrenato razzismo.

Questa l'italietta in cui siamo costretti a vivere ogni giorno, figlia di una politica impressionata "dall'altro", terrorizzata dalla diversità e inculcata da un governo irresponsabile e a tratti complice.

Scusate per lo sfogo.
Care cose,
Peppe.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. razzismo

permalink | inviato da giuseppesomma il 4/2/2009 alle 13:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa
sfoglia
gennaio        marzo